Privacy Policy
Agriturismo dal Pastore Agriturismo in Follonica con area Camper di recente costruzione a due passi dal Mare.
Home » I Dintorni

I Dintorni

Populonia

Populonia - Agriturismo dal Pastore

Populonia fu città etrusca, uno dei più importanti centri del mondo antico per la lavorazione ed il commercio del ferro.
Situato in cima ad una collina circondata dal mare, questo borgo ha un fascino indescrivibile.
Le mura medievali, costruite per la difesa dai pirati, e la Rocca, edificata nella prima metà del secolo xv, racchiudono vicoli lastricati, piccoli negozi ed un museo privato di reperti etruschi e romani, ritrovati nella zona ed in mare.
Una strada, da cui si domina un meraviglioso panorama, congiunge Populonia al golfo di Baratti, dove sono presenti importantissime testimonianze di epoca etrusca.

Cala Violina

Cala Violina - Agriturismo dal Pastore

 

La spiaggia di Cala Violina è situata tra Follonica e Punta Ala, all'interno della Riserva Naturale delle Bandite di Scarlino. Distante circa 10 km da Follonica, si può raggiungere tramite due percorsi: dal lato del Puntone in bicicletta (piuttosto faticoso) percorrendo uno stupendo sentiero dopo essere entrati dalla sbarra di Portiglioni (subito dopo il porto di Scarlino); oppure in modo più agevole dal lato di Pian d'alma, dove percorrendo in auto o moto la strada provinciale 158, vi sarà sufficiente seguire la segnaletica. Dalla SP 158 vi immetterete su un sentiero sterrato che percorrerete per circa 1 km dopodiché troverete il parcheggio. Considerate tuttavia che la spiaggia di Cala Violina si trova all'interno di una riserva naturale, ed il parcheggio per le auto e moto è a numero chiuso, è consigliabile quindi arrivare la mattina presto oppure nel pomeriggio inoltrato, per evitare di trovare il parcheggio completo e restare in attesa che esca qualcuno.  Una   volta parcheggiata la macchina, per accedere alla spiaggia bisogna percorrere un   sentiero lungo 1,5   km immerso nella pineta, si impiegano dai 20 ai 30 minuti,   sono raccomandabili scarpe comode.

In estate c'è anche un autobus che va dalla stazione   di Follonica a Castiglione della Pescaia, e fa una fermata a circa   2,5 km   da Cala Violina.

Cala Violina è una della spiagge più belle della   Maremma. Si affaccia davanti ad una fitta e rigogliosa macchia mediterranea. La   spiaggia è chiara e granulosa, composta da piccolissimi granelli di quarzo. Il   nome singolare deriva dal suono che emette la sabbia quando ci si cammina sopra,   che ricorda appunto quello del violino (per sentirlo è indispensabile tuttavia   una certa quiete). Le sue acque sono limpidissime e lo stupendo panorama   è completato dalla fitta e suggestiva macchia mediterranea che arriva fin sulla   spiaggia.

Non ci sono stabilimenti balneari, tuttavia nel   periodo estivo, prima di arrivare sulla spiaggia troverete un chiosco con bibite   fresche e panini.  La spiaggia non è molto grande, di conseguenza in   alta stagione può risultare un po' affollata. Nella pineta antistante la spiaggia, troverete dei   tavoli in legno e panche per uno spuntino all’ombra dei pini.  Se siete degli sportivi, il sentiero alle spalle   della spiaggia corre per vari km lungo il litorale, è un po' faticoso ma   decisamente bello.

Se   vi trovate in Maremma fuori dalla stagione balneare, fate una passeggiata a Cala   Violina, potrete apprezzarne la bellezza più autentica. Anche nei mesi   invernali, nelle giornate di sole, vi verrà voglia di   tuffarvi…

Isola del Giglio

Isola del Giglio - Agriturismo dal Pastore

L'Isola del Giglio   si raggiunge mediante i traghetti (circa cinquanta minuti di navigazione) che   partono quotidianamente da Porto Santo Stefano e garantiscono i collegamenti   tutto l'anno. All'isola del Giglio più di ogni cosa si apprezzano le bellezze   naturali. Un mare cristallino tra i più puliti in Italia, fondali con pareti e   secche colorate da spugne e gorgonie, una costa estremamente varia con scogliere   a picco sul versante di ponente e graniti lisci sul versante di levante, spiagge   sabbiose, calette selvagge, antichi sentieri immersi in una natura ricchissima e   panorami mozzafiato, rendono l'Isola del Giglio un vero gioiello della   natura.   I centri abitati (che coprono solo il 10% dell'intero territorio)   sono tre: Giglio Castello, Giglio Porto e Giglio Campese.   Il Porto è piccolo   e pittoresco, nelle vie del centro abitato, numerosi sono i negozi, le botteghe   artigianali, i bar e ristoranti con terrazze sul mare, che rendono coloratissimo   questo scorcio dell'isola.   Il castello si trova sulla sommità dell'Isola del   Giglio, 405 metri sul mare, è costituito da un nucleo abitato fortificato, con   porta d'accesso e poderose mura che lo circondano completamente. Proprio dalle   mura e dalle sue torri, potrete ammirare panorami di incredibile bellezza.   All'interno delle mura, nel borgo, nulla pare essere mutato nei secoli; i   vicoli, le piazzette, la chiesa e quant'altro vi daranno l'impressione di   tornare indietro nel tempo in una suggestiva ed irreale atmosfera.   Il Campese   infine è l'area nata più di recente all'Isola del Giglio, ed è a tutti gli   effetti un insediamento turistico, che si sviluppa alle spalle della grande   spiaggia di terra rossa, "sorvegliata" dai faraglioni sull'estremità a sud, e   dalla torre medicea a nord. Non mancate infine di ammirare i tramonti, che da   questa spiaggia sono un vero spettacolo.

Massa Marittima

Massa Marittima - Agriturismo dal Pastore

 

Informazioni su Massa Marittima:

Massa   Marittima è una piccola e splendida città   d’arte della Maremma, situata tra le colline metallifere a 400 metri sul livello del   mare, e distante da quest'ultimo circa 20 km.

Divenne sede vescovile stabile nel   sec. XI°, a quel tempo aveva un'efficientissima organizzazione politica ed   arrivò anche a coniare una propria moneta. Con la nascita del libero comune i   massetani riaffermarono la loro autonomia nei confronti della chiesa, ma nel   1335   l'esercito senese costrinse Massa Marittima ad un atto di   sottomissione che segnò anche l'inizio del suo   declino.

Oggi   Massa Marittima è una impartante meta turistica della Maremma, passeggiando nel borgo tra gli edifici storici si   aprono stupendi panorami sulla campagna e fino al mare. Di pregevole   bellezza la piazza Garibaldi sulla quale si affacciano la Cattedrale di San Cerbone, il   palazzo del Podestà (XIII secolo), il palazzo dei Conti di Biserno ed il palazzo   Comunale (XIV secolo) ricavato dall'incorporazione di varie case e torri   duecentesche. Altre costruzioni interessanti sono il Palazzo e la Fonte dell'Abbondanza, l'antica Zecca, la porta   dei Silici che divide la città vecchia dalla città nuova, la fortezza senese,   la Torre del   Candeliere (costruita nel 1228), il Palazzetto delle armi del 1443, la casa   natale di S. Bernardino, la chiesa sconsacrata di San Pietro all'Orto del 1197,   quella di S. Francesco del 1220, quella di S. Agostino del XIV con i suoi   chiostri, quella di S. Rocco del 1400 e la Torre Campanaria del 1627.

Massa   Marittima è inoltre conosciuta per i suoi   prodotti tipici, insieme all’ottimo vino Monteregio di Massa Marittima, troviamo   eccellenti oli e dolci. 

Infine non dovete perdere la   rievocazione storica chiamata Balestro del Girifalco che si svolge ogni anno a   maggio e agosto. È un'antica tradizione locale, in cui i migliori tiratori   massetani si sfidano, in costumi d’epoca, nel tiro della balestra.

Parco della Maremma

Parco della Maremma - Agriturismo dal Pastore


In Maremma le riserve, i parchi e le oasi occupano circa 40.000 ettari e sono parte integrante di un territorio che si contraddistingue per la varietà e la ricchezza dei suoi ambienti naturali. Il più conosciuto è il Parco Naturale della Maremma, esteso per circa 100 kmq, comprende il tratto costiero della Maremma toscana che va dal promontorio di Talamonefino alla foce del fiume Ombrone, ed è delimitato verso l'interno dalla via Aurelia.

Per visitare il parco si possono scegliere una serie di percorsi a seconda della stagione, della durata e della difficoltà. Gli itinerari possono essere affrontati singolarmente, in gruppo ed anche con l'ausilio di una guida. Inoltre è possibile effettuare le visite anche a cavallo, in carrozza, in bicicletta ed in canoa. 

Dal punto di vista naturalistico possiamo dire che la maggior parte del parco è occupata dai Monti dell'Uccellina che corrono paralleli alla costa, sono coperti da una fitta macchia e toccano le quote più alte in corrispondenza di Poggio Lecci con 417 metri sul livello del mare.   Nella parte settentrionale (pianeggiante) troviamo invece le zone umide caratterizzate da ambienti palustri generati dalla foce del fiume Ombrone.  Altro importante ecosistema è rappresentato dalla pineta situata nella Marina di Alberese, risultato del rimboschimento attuato da Leopoldo II di Lorena. Il tratto costiero è invece costituito da una successione di arenili. 

Il parco per merito della sua posizione geografica, nella stagione migratoria è meta prescelta da molte specie di uccelli, inoltre rappresenta un habitat naturale ideale per cavalli e bovini allo stato brado o allevati all'aperto; nell'ambiente dei pascoli inoltre vivono stabilmente la lepre e il riccio, tuttavia vi compiono le loro scorribande notturne anche la volpe, il tasso, l'istrice ed il cinghiale.    Nelle zone boscose troviamo il capriolo e nelle pinete il daino. Nella zona costiera infine sono presenti diversi carnivori tra cui il gatto selvatico, la martora, la faina, la puzzola, il coniglio selvatico ecc. 

Il Parco della Maremma pur essendo coperto da una folta vegetazione, presenta notevoli resti di testimonianze storiche quali l'abbazia di San Rabano del XII° sec. , e le numerose torri di avvistamento, costruite per prevenire gli attacchi dei pirati saraceni che nel XV° secolo infestavano le coste tirreniche.

UA-39622687-1